NERINO

L’Associazione Pianzola Olivelli intende presentare la figura di Nerino Cobianchi (1945 -1998), fondatore e presidente della stessa, promotore di tante iniziative ed attività, condotte con uno spirito di carità, a favore dei più poveri tra i poveri, che lo fece amare da tutti quelli che ebbero la fortuna e la “ventura” di conoscerlo, apprezzarlo, rimpiangerne la perdita prematura.

Non osiamo pensare dove ci avrebbe portato con il suo sconfinato entusiasmo!

UNA TESTIMONIANZA:

“Ciao amico”, quante volte ho sentito questa semplice esclamazione accompagnare il fare di Nerino. Con questa esclamazione ci siamo conosciuti, con questa esclamazione mi ha salutato per il suo ultimo viaggio. Anche se durante la malattia quando lo andavi a trovare, dal suo letto di dolore, col sorriso sulle labbra diceva sempre “Ciao amico, come va? “, manco non fosse lui ad aver bisogno di conforto ma noi che lo andavamo a trovare. Il suo ricordo? Quello di un amico semplice, umile, intento a chiedere un favore, un favore però mai per se stesso, ma per chi ne aveva bisogno. Nerino non parlava: operava, faceva. Quando una telefonata mi coinvolgeva in una delle sue nuove avventure, sapevo che, anche con fatica, lui sarebbe comunque riuscito a risolvere il problema. Per la quotidianità del suo aiutare, realizzò la casa d’accoglienza, luogo stabile per rispondere ai bisognosi, che in un primo tempo erano i poveri d’Angola da accogliere e ai quali insegnare un lavoro (idea bella mai realizzata, suo grande cruccio) quindi le famiglie scappate dalla Bosnia e le ragazze the cercavano di affermare un loro diritto alla vita a alla dignità, ragazze cui offrire possibilità di crescere a inserirsi nella società tramite lo studio e il lavoro, con un progetto educativo ancora oggi attuale, che fa di Cilavegna, suo paese d’origine, un chicco d’oro nel granaio del volontariato pavese. Andando controcorrente, in questo mondo consumistico, la realizzazione del magazzino della solidarietà per raccogliere il superfluo che viene dismesso, che lui ci ha insegnato a recuperare per i poveri è un’altra gemma.
Ecco partire container per l’Angola, Sarajevo, l’Albania, la Romania. I semi che Nerino ha sparso germogliano a crescono lì, nel Pavese, dove un gruppo di persone di buona volontà nel suo nome e nel suo saluto “Ciao amico” va avanti a lavorare, a continuare l’opera silente che ha fatto di Nerino un “beato”, come sempre lo ha soprannominato il suo parroco. Ciao Nerino, ciao Amico!

Per dare concretezza a questo nostro pensiero, sono stati pubblicati due volumi per tentare di riassumere (che fatica!) Nerino e la sua Associazione:

 

Nerino

“Folle di Dio”

Nerino Cobianchi

Missionario della Carità

I volumi possono essere richiesti a redazione@pianzolaolivelli.it

Il primo dei due libri può essere scaricato gratuitamente cliccando qui

Lo sforzo però non si ferma qui; intendiamo raccogliere nuove testimonianze per ampliare il già ricco memoriale, così da far conoscere sempre più la sua figura e il suo operare.

Se hai conosciuto Nerino o vuoi contribuire a questa iniziativa con ricordi e aneddoti legati a lui o all’Associazione, contattaci.


Insieme all’amico Nerino Cobianchi desideriamo ricordare tutti coloro che in tanti modi hanno collaborato con la nostra Associazione e ci aspettano alla Casa del Padre:

achille bonzanini
angela trovati
angelo omodeo zorini
antonio bonaschi
battista campana
carlo nai
carlo vailati
daniela greco d’alceo
davide colli
ferdinanda ferri
franca comeglio
fulvio d’aiello
gaspare trovati
gianni paesan
gianpaolo pregnolato
gina cortese
giordano braghiroli
giovanna granata
giovanni battista pisani
giovanni corbella
giovanni falzoni
girolamo iambrenghi
giuseppe campana
giuseppe labò
giuseppe lorena
lorenzo bellati
luciano magistretti
luigi omodeo zorini
luigia balzarotti
luigino sparapan
maria antonia tornaghi
mons. giovanni locatelli
mons. giovanni nervo
natale zampieri
nerino cobianchi
padre leonard orec
remo vitulo
renato corbella
roberto biscaldi
romolo vitulo
rosa meloni
rosalba bonzanini
santina pozzessere
suor giovanna conchi
umberto baratti
vera ndrepepaj

Follow me!